sepulveda

La frontiera scomparsa di Luis Sepùlveda

La frontiera scomparsa
Di Luis Sepúlveda
Editore: Guanda (Narratori della Fenice)
Numero di pagine: 125 | Formato: Paperback
Isbn-10: 887746853X | Isbn-13: 9788877468536 
 Data di pubblicazione: 1996-xx-xx | Edizione 1
Traduttore: Ilide Carmignani

Soft (3,5 stelle)  

Un romanzo autobiografico suddiviso in capitoli che di fatto sono dei racconti, degli episodi staccati della stessa vita e della stessa storia. La cosa che mi ha stupito maggiormente è la leggerezza, l’ironia con cui Sepùlveda affronta certi temi drammatici come la prigionia, la tortura, l’esilio. Ci sono cose qui descritte che a me sembrano impossibili da affrontare per un corpo e lui ne parla da persona uscitane non solo viva, ma che ha mantenuto la mente sana e la capacità di raccontare i fatti quasi con noncuranza.
Nell’insieme è un bel libro che tuttavia non ha toccato le mie corde in modo particolare, una lettura che è scorsa veloce e piacevole senza troppi scossoni.

Citazioni:

La paura inondava tutto. E nella paura si annida il sinistro uccello della delazione.

from Blogger http://ift.tt/1lBgZYZ
via IFTTT

Diario di un killer sentimentale di L.Sepulveda

Copertina di Diario di un killer sentimentale

Disturbante e prevedibile

A pagina 17 avevo già capito tutto.
Il racconto si legge bene anche se spesso mi sono sentita disturbata dal modo di scrivere.
Forse mi ero fatta aspettative diverse (ricordo della Gabianella e del gatto!)ma sinceramente sono rimasta delusa.