lagerlöf

L’imperatore di Portugallia di Selma Lagerlöf

limperatore-di-portugallia

L’imperatore di Portugallia
Di Selma Lagerlöf
Editore: Iperborea (Iperborea, 19)
Lingua: Italiano | Numero di pagine: 274 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue)
Isbn-10: 8870910180 | Isbn-13: 9788870910186 | Data di pubblicazione: 1991-04-xx | Edizione 1
Curatore: Adamaria Terzian

 

 

Quella tristezza che solo i nordici ti infondono ☆☆☆

Quando ho iniziato ad ascoltare questo libro su Ad alta voce mi è sembrato una favola, poi è diventata una favola particolarmente triste… mi sono approcciata alla lettura/ascolto senza informarmi prima e solo in seguito ho scoperto che l’autrice è un premio Nobel per la letteratura e che il testo è del 1914, e qui si spiega lo stile e l’ambientazione palesemente non contemporanei.

Seppur ne apprezzi il valore oggettivo  soggettivamente non è il mio genere, e non è la tristezza della storia in sé, ne ho lette di più tristi, è l’atmosfera che mi trasmette, sensazioni opprimenti che mi piovono addosso, un pomeriggio ad ascoltarlo e la sera mi sono ritrovata completamente svuotata di energia e con il morale a terra.
Sì, perché le tristezze non sono tutte uguali, la tristezza che si respira in questo racconto/favola nordico è completamente diversa dalla tristezza che si può trovare in libri provenienti da altre parti del mondo… e ci sono delle tristezze che scaldano il cuore e pacificano, questa invece è una tristezza che mette il freddo dentro, almeno a me.

Questo Imperatore di Portugallia mi ha ricordato un po’ il Geppetto del nostro Pinocchio, che ama di amore incondizionato la propria creatura e che si priverebbe di tutto per il suo bene… ma qui ovviamente le implicazioni sono diverse e pure gli insegnamenti che si possono trarre dai vari capitoli della storia.

Insomma, un bel libro in assoluto ma che a me personalmente non è piaciuto.