colombo

Ma quanti ne abbandono!!!

image_bookMeglio dirselo
Di Daria Colombo
Editore: Rizzoli
Numero di pagine:234 Formato:Copertina rigida
Isbn-10: 8817040452 | Isbn-13: 9788817040457 | Data di pubblicazione: 01/04/2010

 

Non è brutto ma…

Storia prevedibile, stile più che lineare. Abbandonato dopo un’ottantina di pagine per sopravvenuta noia. Non si può definire un brutto libro ma non è una buona letteratura secondo me. Può andar bene per chi legge sporadicamente e cerca una storia che faccia riflettere senza risultare pesante, ma per me che sono abituata a leggere molto questa mancanza di stile risulta davvero noiosa…inoltre la storia è già sentita, in certi punti mi ha ricordato molto Sofia veste sempre di nero di Paolo Cognetti, che anche quella non è un capolavoro ma sicuramente più originale.

image_book

Desideri
Di Susan Minot

Editore: Mondadori
Lingua: Italiano | Numero di pagine:164
Isbn-10: 8804333030 Data di pubblicazione: 01/01/1990
Traduttore: Spallino Rocca C.

 

 

L’unico desiderio è che finisca presto

Il primo racconto è passabile, racconta di un’adolescenza squallida che per fortuna non mi appartiene, a mio parere vuole scimmiottare (senza riuscirvi ) lo stile di Raymond Carver, ma di fatto questo è ul libro frutto del suo tempo che non ha nulla da lasciare in eredità a chi viene dopo.

Gli altri racconti che seguono sono insipidi, arrivata a metà decido che non vale proprio la pena perderci tempo e lo abbandono.


copertina-flatlandia

 Flatlandia
Racconto fantastico a più dimensioni
Di Edwin A. Abbott

Editore: Adelphi (gli Adelphi, 50)
Lingua: Italiano | Numero di pagine: 166 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue)
Isbn-10: 8845909824 | Isbn-13: 9788845909825 | Data di pubblicazione: 01/02/2011 | Edizione 19
Curatore: Masolino D’Amico ; Postfazione: Giorgio Manganelli

Genio compreso e abbandonato

Dopo essermi letta prefazioni e postfazioni ed aver capito il valore intrinseco di questo testo ho abbandonato la lettura vera e propria per sopravvenuta incompresnione con soonolenza annessa.

La mia è una mente umanistica, se nell’umanesimo si cominciano ad infilare troppi concetti geometrici, il neurone mi va in tilt, quindi posso tranquillamente dire che il libro mi è sembrato interessante nel suo concetto ma quasi illeggibile nella sua forma.

Consigliato agli adolescenti.


image_bookIl morbo di Haggard
Di Patrick McGrath

Editore: Adelphi Lingua: Italiano | Numero di pagine: 208
Formato: Paperback
Isbn-10: 8845916731 | Isbn-13: 9788845916731 Traduttore: Annamaria Raffo

NO VIA…  
A me questi romanzi morbosi proprio non piacciono. Anche se è scritto decentemente si avvolge su se stesso per non dire nulla, mi pare una storia senza senso, non ci trovo niente di interessante da capire o da gustare… una settimana persa per sforzarsi di leggere 70 pagine e decidere che non vale la pena.